domenica 10 settembre 2017

Attraversando la natura

Quando io e lei attraversiamo la natura siamo liberi di volare e sentirne l'essenza. Lunghi tragitti ci hanno spinti a perlustrare gran parte della nostra Toscana, una delle regioni più belle del nostro paese. E attraverso le colline, i boschi e le montagne abbiamo scoperto e continuiamo a scoprire ogni odore, ogni sapore, ogni suono e soprattutto ogni veduta che ci riempie l'anima. Ci siamo spinti oltre, oltre gli orizzonti, tramite il nostro Mavic anche se vincolati spesso dalla normativa che impone il decollo e il volo esclusivamente in zone purtroppo ristrette del nostro territorio. La passione di documentare che si sposa perfettamente con l'escursionismo ci rende unici nel nostro essere, unici nel nostro cammino, felici di condividere con voi ogni metro della nostra continua spedizione. Viaggeremo ancora sino a che il tempo e il divenire ce lo concederanno, io e lei, compagna di vita e di amore.

lunedì 4 settembre 2017

Gimkana Channel - Tutto secco

Estate veramente preoccupante quella che stiamo appena lasciando, la siccità ha interessato molti paesi del nostro continente, l'Italia in modo particolare.
Dopo un ottimo pranzo a base di affettati e formaggio presso il circolino "La Pinetina" di Baccaiano, frazione di Montespertoli (Firenze), abbiamo raggiunto il torrente Pesa, che era ancora completamente asciutto. Lo abbiamo sorvolato a circa un metro e mezzo di altezza con il nostro drone DJI Mavic Pro.

martedì 18 luglio 2017

Il volo delle idee

Non ho mai pensato al successo, perché mi ha sempre annoiato la trafila poco creativa che vi è per raggiungerlo. 
Quando ho finito un qualcosa l'ho regalato al vento, spargendo tutto un po' in qua e un po' in la. Internet mi ha facilitato le cose, spargo meglio e con meno fatica. 
Mi piace quando l'idea sta per nascere, quando poi comincerà a prendere il volo, oramai realizzata, compiuta. Poi, sentirò che di lei mi apparterrà soltanto una copia, perché sarà bello quando la vedrò volare, quando sentirò che avrà vita propria. Come poter rinunciare a tutto questo? 
Sarebbe come rinunciare all'amore.

mercoledì 12 luglio 2017

Spazio Informazione Libera: Povero Mario...

Spazio Informazione Libera: Povero Mario...: Sembra impossibile, ma uno stipendio di 1500 Euro spesso non basta per arrivare a fine mese. Questo video realizzato da Stefano Terraglia e...

martedì 4 luglio 2017

Spazio Informazione Libera: Mezzo Radio

Spazio Informazione Libera: Mezzo Radio: Siamo quasi pronti per decollare con una nuova iniziativa che lanceremo prestissimo. MEZZO RADIO , sarà una vera e propria radio podcast ad...

mercoledì 28 giugno 2017

Il domani

Pensate un po' cosa sarà il mondo tra cinquant'anni, quando tutto sarà tremendamente più caldo, quando le temperature saliranno ancora, quando le ultime terre fertili inizieranno a seccare, quando vivere vicino alle zone equatoriali sarà impossibile, quando i ghiacciai saranno completamente o quasi tutti inesistenti. La popolazione mondiale, che avrà raggiunto i dieci miliardi, sarà costretta ad occupare inevitabilmente i luoghi più miti, l'energia non basterà più a soddisfare i nostri bisogni primari, senza contare le difficoltà di integrazione e convivenza che saremo costretti ad affrontare. Pochi paesi al mondo stanno analizzando questo problema per scongiurare futuri scenari catastrofici, la cosa ancora più preoccupante è che non vi è alcun ideale, neanche in forma embrionale, tesoro per il nostro divenire. Restiamo muti a percorrere la nostra linea del tempo come se fosse l'ultima per tutti noi viventi. Invece un pallone oggi è uscito dalle gambe sbuccicate e multi colore di un gruppo di ragazzini sotto casa, è finito in strada ed uno di loro lo ha acchiappato al volo, la partitella è ricominciata. Se fossero proprio i loro sorrisi e le loro grida innocenti a nascondere il segreto della futura sopravvivenza umana? Noi ce ne andremo, resterà sempre e comunque un pallone ed una partitella, ma li lasceremo da soli nei loro giorni. Sorgerà il sole anche domani, ma per adesso tutto tace, il tempo passerà ancora e il ritmo dell'uomo diventerà sempre più dissonante come il rumore di quel pallone che rotolerà da solo sui ciottoli di un arido pendio.