domenica 10 settembre 2017

Attraversando la natura

Quando io e lei attraversiamo la natura siamo liberi di volare e sentirne l'essenza. Lunghi tragitti ci hanno spinti a perlustrare gran parte della nostra Toscana, una delle regioni più belle del nostro paese. E attraverso le colline, i boschi e le montagne abbiamo scoperto e continuiamo a scoprire ogni odore, ogni sapore, ogni suono e soprattutto ogni veduta che ci riempie l'anima. Ci siamo spinti oltre, oltre gli orizzonti, tramite il nostro Mavic anche se vincolati spesso dalla normativa che impone il decollo e il volo esclusivamente in zone purtroppo ristrette del nostro territorio. La passione di documentare che si sposa perfettamente con l'escursionismo ci rende unici nel nostro essere, unici nel nostro cammino, felici di condividere con voi ogni metro della nostra continua spedizione. Viaggeremo ancora sino a che il tempo e il divenire ce lo concederanno, io e lei, compagna di vita e di amore.

lunedì 4 settembre 2017

Gimkana Channel - Tutto secco

Estate veramente preoccupante quella che stiamo appena lasciando, la siccità ha interessato molti paesi del nostro continente, l'Italia in modo particolare.
Dopo un ottimo pranzo a base di affettati e formaggio presso il circolino "La Pinetina" di Baccaiano, frazione di Montespertoli (Firenze), abbiamo raggiunto il torrente Pesa, che era ancora completamente asciutto. Lo abbiamo sorvolato a circa un metro e mezzo di altezza con il nostro drone DJI Mavic Pro.

martedì 18 luglio 2017

Il volo delle idee

Non ho mai pensato al successo, perché mi ha sempre annoiato la trafila poco creativa che vi è per raggiungerlo. 
Quando ho finito un qualcosa l'ho regalato al vento, spargendo tutto un po' in qua e un po' in la. Internet mi ha facilitato le cose, spargo meglio e con meno fatica. 
Mi piace quando l'idea sta per nascere, quando poi comincerà a prendere il volo, oramai realizzata, compiuta. Poi, sentirò che di lei mi apparterrà soltanto una copia, perché sarà bello quando la vedrò volare, quando sentirò che avrà vita propria. Come poter rinunciare a tutto questo? 
Sarebbe come rinunciare all'amore.

mercoledì 12 luglio 2017

Spazio Informazione Libera: Povero Mario...

Spazio Informazione Libera: Povero Mario...: Sembra impossibile, ma uno stipendio di 1500 Euro spesso non basta per arrivare a fine mese. Questo video realizzato da Stefano Terraglia e...

martedì 4 luglio 2017

Spazio Informazione Libera: Mezzo Radio

Spazio Informazione Libera: Mezzo Radio: Siamo quasi pronti per decollare con una nuova iniziativa che lanceremo prestissimo. MEZZO RADIO , sarà una vera e propria radio podcast ad...

mercoledì 28 giugno 2017

Il domani

Pensate un po' cosa sarà il mondo tra cinquant'anni, quando tutto sarà tremendamente più caldo, quando le temperature saliranno ancora, quando le ultime terre fertili inizieranno a seccare, quando vivere vicino alle zone equatoriali sarà impossibile, quando i ghiacciai saranno completamente o quasi tutti inesistenti. La popolazione mondiale, che avrà raggiunto i dieci miliardi, sarà costretta ad occupare inevitabilmente i luoghi più miti, l'energia non basterà più a soddisfare i nostri bisogni primari, senza contare le difficoltà di integrazione e convivenza che saremo costretti ad affrontare. Pochi paesi al mondo stanno analizzando questo problema per scongiurare futuri scenari catastrofici, la cosa ancora più preoccupante è che non vi è alcun ideale, neanche in forma embrionale, tesoro per il nostro divenire. Restiamo muti a percorrere la nostra linea del tempo come se fosse l'ultima per tutti noi viventi. Invece un pallone oggi è uscito dalle gambe sbuccicate e multi colore di un gruppo di ragazzini sotto casa, è finito in strada ed uno di loro lo ha acchiappato al volo, la partitella è ricominciata. Se fossero proprio i loro sorrisi e le loro grida innocenti a nascondere il segreto della futura sopravvivenza umana? Noi ce ne andremo, resterà sempre e comunque un pallone ed una partitella, ma li lasceremo da soli nei loro giorni. Sorgerà il sole anche domani, ma per adesso tutto tace, il tempo passerà ancora e il ritmo dell'uomo diventerà sempre più dissonante come il rumore di quel pallone che rotolerà da solo sui ciottoli di un arido pendio.

mercoledì 21 giugno 2017

domenica 4 giugno 2017

Ringrazio tutti

Il 2 giugno 2017 ho compiuto cinquant'anni. Con questo breve video ringrazio tutti gli amici di FB per gli auguri che ho ricevuto. Un abbraccio a tutti.

mercoledì 31 maggio 2017

La camminata

La camminata lunga è piena di fascino. Diversamente dalle altre attività sportive ti coinvolge in uno spostamento lento, più lento di una bici, più lento di una corsa. Durante la camminata tu hai tempo per pensare, per riflettere, distaccandoti dalla meccanica del tuo corpo che quasi per inerzia ti trascina con la minima fatica. Tu respiri ed osservi i particolari bellissimi di ogni cosa, se cammini tra la natura ne contempli i colori, respiri i suoi profumi, ti soffermi al cospetto di un fiore, accarezzi le cortecce degli alberi ed ascolti le meraviglie di un arcobaleno di suoni. Se cammini lungo le strade di un paese accogli gioviale il saluto di un'anziana signora, dalle finestre al piano terra dei caseggiati ti raggiungono voci e divaghi di anime serene, e gli odori dei sughi, e le fragranze dei caminetti spenti.
Quante meraviglie ci perdiamo ogni giorno, prede della voracità di una voragine, non abbiamo neanche il tempo per voltarci e rivedere quello che abbiamo appena lasciato. Se pensiamo alla nostra breve vita e a tutto ciò che non riusciremo mai a vedere, è possibile realizzare quanto siamo stati pigri ed incapaci nel contemplare anche quel poco che ci è stato messo liberamente a disposizione.

domenica 21 maggio 2017

I frutti

Ogni volta che apro la finestra prendo coscienza dell'alveare di case che mi circonda, comprendo sempre di più che dietro ogni finestra ognuno di noi contribuisce ad alimentare la grande macchina perché siamo parte integrante dell'albero motore. Ogni giorno comprendo supermercati, mercati, centri commerciali, come mangiatoie servono per cibare ognuno di noi che sta dietro ogni finestra di quell'alveare di case. Comprendo che, come piante coltivate in serra contribuiamo a far frutti più o meno maturi, più o meno deliziosi, a volte marci. Comprendo che i frutti vadano a riempire ceste di diverse misure, per poi occuparne di più grosse ed altre infinitamente grandi. Non ho ancora capito però come mai nessuno si nutre poi di questi frutti, nessuno gusta le primizie, nessuno commenta gli svariati sapori. Non vengono neanche ridistribuiti questi frutti, nascono soltanto per essere avidamente contati e scambiati, sino a che, una volta marci, saranno paradossalmente sostituiti.

lunedì 15 maggio 2017

Il vero politico

Il vero politico è colui che riconosce le abitudini, le aspettative e le delusioni della gente, colui che mira al successo di un ideale per il quale dovrebbe rimettere l'intera vita. Il vero politico non può essere che un ambizioso e farebbe bene a rivelarsi al popolo anche per questo suo stile innato. Chi non si sente così non potrà mai essere un vero politico, tanto meno un rivoluzionario e neanche un leader. Chi non si sente così farebbe bene a pensare soltanto a se stesso e concedersi alla rassegnazione nel proprio essere. Quando nella realtà della propria ascesa individuale qualcuno rappresenta l'espressione di un ideale o la volontà di un popolo, quel qualcuno dovrebbe avere una marcia in più. La responsabilità di un popolo, di un partito, di un sindacato non può essere lasciata in mano agli ignoranti, perchè spesso l'ignoranza genera incapacità. E siccome le ambizioni esagerate sono prerogativa sia dei colti che degli ignoranti, bisognerebbe che ognuno diventasse un vero politico. Il vero politico è colui che riconosce le abitudini, le aspettative e le delusioni della gente, colui che mira al successo di un ideale per il quale dovrebbe rimettere l'intera vita.

domenica 14 maggio 2017

Il mare immenso

E c'era il sole, tanto caldo ed eravamo tanti, il mare era immenso innanzi a noi. Ci avevano detto che di la c'era una speranza, c'era la stessa terra fatta di uomini, però ballavano, mangiavano ed avevano così tanti soldi che potevano dare spiccioli alla gente povera nelle strade. Ci avevano detto che potevamo lavorare e studiare, che gli ospedali erano gratis, che i vestiti costavano poco e che la gente li buttava in cassonetti, così, senza rivenderli. Ci avevano detto che se uno era moribondo lo portavano all'ospedale e veniva curato gratuitamente. Ci avevano detto che c'era un Papa buono e caritatevole...che la gente faceva grandi spettacoli in televisione e concerti con migliaia di persone. Così mio padre mi aveva portato insieme alla mamma su quella spiaggia, dopo essersi spogliato di ogni piccolo nostro avere e con la speranza abbiamo atteso tre giorni. E c'era il sole, tanto caldo ed eravamo in tanti, il mare era immenso innanzi a noi. Salimmo tutti e tre sul barcone per raggiungere un'altra terra, ma sempre la solita di questo mondo. Adesso che penso al mare penso agli occhi torbidi di mio padre, mentre tentava disperatamente di aggrapparsi a ciò che rimaneva di quella barca. Ricordo delle mani pesanti ed un uomo gigante vestito di giallo che mi afferrò per un braccio. Mia madre con la pancia gonfia di acqua e gli occhi rivolti al cielo. Sono passati dieci anni, adesso sono maggiorenne e sto finendo l'istituto tecnico. Suono in un gruppo RAP e ed ho le stesse mani grandi di mio padre e la bocca di mia madre con il suo bel vestito colorato, il più bello che avevi mamma per il giorno della partenza.

giovedì 4 maggio 2017

Imbiancando le pareti

Stiamo imbiancando le pareti e come spesso accade in questi casi si spostano cose, si ritrovano oggetti dimenticati, si ripercorrono emozioni nell'intento di dare vita al nuovo. Quante volte abbiamo detto "nuovo" nello scartare un regalo, nel comprare un oggetto da tanto tempo desiderato. Eppure la polvere copre tutto, il sedimento della storia che cela ogni cosa, quello strato di polvere che fa dimenticare. Eppure sono stati tanti i sacrifici affinché ogni giorno si potesse dire "nuovo"! Nuova era la casa, la cucina, il salotto, nuove erano le pareti tinteggiate di fresco, la lavatrice, il frigo. E adesso siamo qua a togliere il giallognolo, le ragnatele, gli angoli di muffa ed imbiancare ancora per ripartire con la speranza di vivere sereni. Ed ogni giorno che passa, nella casa, io ricordo voci, momenti, scelte giuste e sbagliate, mentre il pennello ancora una volta crea quelle pareti così bianche, come una nuova pagina di quaderno, mentre fuori piove.

mercoledì 3 maggio 2017

Il babbo

Il babbo soffre nella sua carcassa di eterno ragazzo, perché di questo si tratta. E guarda le sue scarpe logore, mentre il tempo passa, sopraggiunge la sua confusione di vecchio, con le ostinate convinzioni e con i dolori nei cardini delle ossa. Ha sperato in un figlio amico, fiducia e pacche sulle spalle, al quale poter regalare emozioni da quel tesoro che è l'arte, la fantasia, la creatività. Sarà quel deglutire doloroso che ogni volta si avvita nella gola di questo babbo, quando ti vedo andar via, quando ti vedo e non sono ancora riuscito a dirti di me, di noi. Volerà sempre tenera questa carezza, ti aspetterò, con calma ci diremo del mondo.

martedì 2 maggio 2017

Spazio Informazione Libera: Milioni di tonnellate di plastica ogni anno nel mare

Spazio Informazione Libera: Milioni di tonnellate di plastica ogni anno nel ma...: Tristissimo sapere che otto milioni di tonnellate di plastica finiscono ogni anno nel mare. La plastica è un materiale che impiega molti se...

Le foto nei casetti

Quell'uomo aveva ottantacinque anni quando ebbi il piacere di osservare le sue foto, riposte con cura nei numerosi cassetti di quella sala profumata di carta, tabacco e legno. Semplici foto, niente di che, viaggi, eventi con amici, le due compagne oramai scomparse, un cane e per finire le sue ultime, dedicate alla natura, erano molte, centinaia, forse migliaia. Album sfogliati velocemente perché si stava facendo tardi. Quell'uomo mi disse che sarebbe stato bello se fossi tornato di nuovo a vedere il resto, ma purtroppo scomparve per sempre prima della mia nuova visita. Dopo molto tempo, per una coincidenza, incontrai un suo nipote, l'unico seppi, gli chiesi delle foto di suo zio, ma lui mi disse che non ne sapeva niente e che tra la confusione che trovarono in quella casa molte cose andarono buttate. Sono sicuro che quell'uomo, avendo vissuto prevalentemente da solo, aveva documentato la sua vita non solo per se stesso, da ateo convinto com'era, forse voleva lasciare qualcosa di se al fine di non perdere traccia della sua vita, ma non c'è riuscito. A volte si impiega una vita per sottolineare i suoi aspetti importanti e poi non si ha mai tempo per riviverli, si perde tutto una volta che si spegne la luce davanti ai nostri occhi e chiaramente non è detto che che questi aspetti possano interessare qualcuno.

lunedì 1 maggio 2017

Spazio Informazione Libera: Escursione - Anello dell'Antella

Spazio Informazione Libera: Escursione - Anello dell'Antella: Decisamente un bel percorso. Siamo partiti da Antella, una frazione del comune di Bagno a Ripoli (Firenze) ed abbiamo proseguito per via Mo...

domenica 30 aprile 2017

La cinepresa di legno

Quando ero un bambino amavo così tanto il cinema da costruirmi una cinepresa di legno, finta, e con quel pezzo di niente immaginavo di poter riprendere le cose che più mi piacevano. Ho ancora una foto che non trovo più nella quale insieme a dei parenti avevo con me quel pezzo di legno. Se quel pezzo di legno avesse potuto veramente registrare qualcosa ci sarebbe stato un mondo così piccolo e intenso che avrei rivisto volentieri. E adesso che vedo giovani ragazzi circondati dalla tecnologia, con tanta possibilità in più per poter realizzare progetti creativi, sono un po' invidioso, lo ammetto. Ammetto che adesso, con gli occhi nel mirino, mi sento così piccolo e felice perchè finalmente posso registrare. Sapete una cosa? Quella cinepresa di legno e quella pellicola mai girata riesce a proiettare qualcosa dentro di me. Frammenti di tetti, finestre di sbieco, luci al neon, comignoli, gli occhi della nonna, il nonno, mia madre giovane, mio padre e mio fratello piccolo. Deo, Dino e quel campetto di calcio. Tutto, a poco più di un metro di altezza, luci ed ombre comprese, con quella batteria che non si esauriva mai e l'eterna pellicola. E poi...il buio della notte, il sonno e svegliarsi a cinquanta anni.

mercoledì 26 aprile 2017

GimKana Channel 01

Primo episodio di GimKana Channel, il format spiritoso e frizzante realizzato da Stefano Terraglia e Alessandra Lombardi nell'ambito dei progetti di intrattenimento di Spazio Informazione Libera. Siamo andati a divertirci in centro a Firenze in una bellissima giornata di primavera dell'anno in corso. Seguiranno, se ne varrà la pena altri episodi con l'intenzione di arricchire sempre di più i contenuti di questo canale.

martedì 25 aprile 2017

martedì 18 aprile 2017

Spazio Informazione Libera: Escursione - Anello di San Vito

Spazio Informazione Libera: Escursione - Anello di San Vito: Un bellissimo anello che parte da Montelupo Fiorentino e percorre la zona collinare sino a Malmantile, attraversando le splendide boscaglie...

sabato 15 aprile 2017

Raimondo Vianello, sette anni dalla sua scomparsa

Oggi sono sette anni che è scomparso Raimondo Vianello, attore comico e presentatore d'eccezione. Lo ricordo con entusiasmo, compagno insieme alla moglie Sandra Mondaini, nei programmi che da piccolo mi facevano compagnia la sera, tra questi Tante scuse e Di nuovo tante scuse, rispettivamente del 1974 e del 1975. Attendevo questi due show con emozione, la sera, prima di andare a letto, quando soltanto per poco ci era concesso stare davanti alla tv. Un abbraccio Raimondo.

giovedì 13 aprile 2017

Spazio Informazione Libera: Escursione - Anello del Ferrone

Spazio Informazione Libera: Escursione - Anello del Ferrone: Un altro bellissimo perscorso nel cuore del Chianti. Siamo arrivati in località Ferrone venendo da Scandicci, passato Cerbaia e San Cascian...

domenica 26 marzo 2017

Escursione - Anello di San Polo a Mosciano

Siamo partiti da Scandicci (Firenze), piazza J.F. Kennedy, dopo un breve tragitto su via di Mosciano, siamo entrati nella bellissima campagna che circonda Casignano, Lebbiano, subito sopra Scandicci. Il percorso è stato di 8 chilometri, con un dislivello di quasi 230 metri.


sabato 18 marzo 2017

lunedì 13 marzo 2017

venerdì 10 marzo 2017

L' 8 Marzo a Firenze

La manifestazione svoltasi a Firenze l'8 Marzo 2017 in occasione della giornata della donna.
Molte sono state le donne, ma anche diversi uomini che hanno sfilato per le vie del centro di Firenze, da piazza della Santissima Annunziata a piazza Santo Spirito, con striscioni, tamburi, parrucche e tanta musica. Nel video non mancano le interviste effettuate nella mattinata ad esponenti di associazioni, comitati e sindacati presenti durante la manifestazione.

Spazio Informazione Libera

LIVE STREAMING 9 marzo ore 23.30


Contiene le immagini del corteo svoltosi a Firenze in occasione dello sciopero delle donne dell' 8 marzo 2017
www.spazioinformazionelibera.com

giovedì 9 marzo 2017

giovedì 2 marzo 2017

Firenze, il parco di Villa Strozzi

Le immagini del parco dove ho trascorso la mia infanzia. Si tratta del parco di Villa Strozzi, situato a Firenze, in zona oltrarno prima della porta di San Frediano, nel quartiere denominato Monticelli. 
Per chi ha un monitor che supporta il 4K è  possibile osservare le immagini al massimo della loro nitidezza.

domenica 19 febbraio 2017

Lost in Florence

Dopo l'acquisto della Sony FDR AX33 da parte mia e della Sony α6300 da parte di Iacopo non poteva mancare un video dedicato a Firenze effettuato con le 2 macchine rigorosamente in 4K, quindi settate a modo la visualizzazione del player di YouTube e godetevi lo spettacolo.

giovedì 9 febbraio 2017

mercoledì 1 febbraio 2017

Illuminatore Yongnuo YN 600 Led Light

Ed ecco un illuminatore LED per le riprese video molto interessante. Il video offre una dettagliata recensione.


POTETE ACQUISTARE LA LAMPADA DIRETTAMENTE SU AMAZON AD UN PREZZO VERAMENTE INTERESSANTE DAL LINK SOTTOSTANTE

domenica 29 gennaio 2017

La tuta per rendersi invisibili

Ed ecco una soluzione molto interessante per rendersi invisibili in un filmato. Occorre questa tuta verde ed un software di montaggio che prevede l'elaborazione dei clip tramite il "Keying" usando come chiave il verde (Green screen). Se si indossa la tuta e si applica l'effetto il corpo sarà trasparente. Magari tenendo un cappello o dei guanti di altro colore si vedranno solo questi oggetti e non il resto del corpo.
La tuta ha un costo non esagerato, meno di 20 Euro e si può tranquillamente acquistare su Amazon

mercoledì 25 gennaio 2017

Scandicci in 4K

Le moderne videocamere permettono di registrare in 4k, caratteristica tra l'altro dei nuovi smartphone. A seguito dell'acquisto della videocamera Sony FDR - AX33 vi presento questo video realizzato a Scandicci al fine di testare le qualità della nuova videocamera.
(Selezionate la risoluzione 4k)